Geometrie e tipi di posa del parquet

Che siano listoni grandi o piccoli del parquet quando vengono posati a terra e accostati tra di loro, possono creare disegni e fantasie di grande effetto ottico. Il disegno del parquet, infatti, è un elemento molto importante sia dal punto di vista dell’estetica che da quello funzionale, per questo non deve essere affatto sottovalutato.

I movimenti di assestamento del legno: questo aspetto è davvero molto importante perché il lato più soggetto a variazioni dimensionali è quello corto. Dunque, se dobbiamo posare, ad esempio, il parquet in un corridoio lungo e stretto, si dovrà posare con i lati lunghi dei tasselli paralleli alle pareti lunghe del corridoio

posa parquet spina di pesce

Illuminazione: ogni qualsiasi fonte di luce, anche quella naturale, influisce in maniera considerevole sulla visone globale del parquet: venature e dimensioni possono, grazie la luce, essere messe più in evidenza.

Senso di percorrenza e apertura porte: la percezione di chi entra è decisamente più fluida se la direzione del parquet è ortogonale alla soglia della porta e se il percorso si snoda in lunghezza piuttosto che in larghezza.

Geometrie del parquet

Cassero regolare: molto simile alla geometria a correre, ma gli elementi vengono disposti nel senso della lunghezza per far si che le giunzioni di testa si trovino nella stessa mezzeria rispetto alla lista della fila precedente.

A spina ungherese: qui i singoli pezzi hanno i lati corto tagliati con un’inclinazione di 45° – 60° rispetto ai lati lunghi. La posa è molto simile a quella della spina di pesce ma può essere ulteriormente completata con una fascia a bindello.

Spina di pesce: i singoli elementi, come detto sopra, vengono posizionati in file parallele a 90° tra di loro. La posa può essere sia dritta che in diagonale, per questo si parte dal centro della stanza per realizzare il disegno.

Posa a quadri (o a mosaico): le liste vengono posato in modo da creare un quadrato e la posa può essere realizzata sia dritta che in diagonale. Unico problema è che questa posa non si adatta ad eventuali fuori squadra dei muri dell’abitazione.

Fascia a bindello: questa finitura si attua nella zona perimetrale della pavimentazione. La geometria, dunque, è diversa rispetto a quella predominante con l’aggiunta di listoni che fanno da raccordo (bindello) tra le due geometrie.